Il Comune informa
DIFFIDA AD ADEMPIERE

Prot.n. 4492 del 21.12.2011

OGGETTO: Sisma del 6 Aprile 2009. Decreto n. 3 e Decreto n. 12 del Commissario Delegato per la Ricostruzione Presidente della Regione Abruzzo. DIFFIDA AD ADEMPIERE.

VISTO il decreto – legge 28 aprile 2009, n. 39, convertito, con modificazioni, dalla legge 24 giugno 2009, n. 77, recante “Interventi urgenti in favore delle popolazioni colpite dagli eventi sismici nella regione Abruzzo nel mese di aprile 2009 e ulteriori interventi urgenti di protezione civile”;
VISTE le Ordinanze del Presidente del Consiglio dei Ministri n. 3820 del 12 novembre 2009 e n. 3832 del 22 dicembre 2009, e loro ss.mm.ii., relative ad ulteriori interventi urgenti diretti a fronteggiare gli eventi sismici verificatisi nella Regione Abruzzo il giorno 6 aprile 2009 e altre disposizioni di protezione civile;
CONSIDERATO che il Comune di Collarmele, ai sensi dell’art. 7, comma 10 dell’Ordinanza del Presidente del Consiglio dei Ministri n. 3820 del 12 novembre 2009, ha pubblicato sull’albo Pretorio e sul sito internet istituzionale l’elenco degli aggregati in data 20.10.2010;
CONSIDERATO che alla data del 15 gennaio 2011 è stato costituito esclusivamente il consorzio relativo
all’aggregato n. 19;
VISTO il decreto sindacale n. 23 prot.n. 3986 del 09.11.2011 con cui il Comune di Collarmele deliberava la suddivisione dell’area perimetrata in due ambiti d’intervento;
VISTO l’avviso pubblico del 10 novembre 2011 con cui il Sindaco rendeva nota la suddivisione dell’area perimetrata;
VISTO l’avviso pubblico del 10 novembre 2011 con cui il Sindaco, ai sensi dell’art. 6 comma 2 del DCD n. 3/2010, al fine dell’attuazione degli interventi nell’ambito della perimetrazione del Comune di Collarmele, richiedeva ai proprietari interessati, singolarmente o in forma associata, di presentare proposte di intervento per i propri immobili, nel termine di 30 giorni dalla pubblicazione dell’avviso stesso;
DATO ATTO che non sono pervenute proposte di intervento nei termini di cui all’art. 6 comma 2 del DCD n. 3/2010 relativamente agli aggregati n. 72, n. 21, n. 20, n. 113, n. 30, n. 160, n. 51, n. 75, individuati dal Comune di Collarmele;
DATO ATTO che relativamente agli aggregati n. 16, n. 31 bis e n. 149 sono state presentate proposte di intervento; CONSIDERATO che per tali aggregati non è stato costituito il consorzio;
VISTO l’art. 12 comma 1 del decreto del Commissario Delegato per la Ricostruzione n. 12 del 03.06.2010;

DIFFIDA

i titolari del diritto di proprietà o di diritto reale sulle unità immobiliari di cui agli aggregati n. 72, n. 31 bis, n. 16, n. 21, n. 149, n. 20, n. 113, n. 30, n. 160, n. 51, n. 75 ad adempiere alla costituzione del Consorzio Obbligatorio o al rilascio di procura speciale, con modalità e termini di cui all’art. 12 comma 1 del decreto del Commissario delegato per la Ricostruzione n. 12 del 03.06.2010, e cioè entro il termine di giorni 15 dalla pubblicazione della presente sull’Albo pretorio e sul sito internet istituzionale del Comune.
Trascorso detto termine, il Comune si sostituirà ai proprietari inadempienti entro il successivo termine di 15 giorni, ai soli fini della realizzazione delle finalità del consorzio obbligatorio.

DISPONE

di pubblicare gli atti suddetti sull’Albo Pretorio e sul sito Internet istituzionale del Comune di Collarmele.